E’ bastato un solo OH ISSA e ora esce il nuovo videosingolo degli STAG immersi tra colori di pasoliniana memoria

stag foto gr(@_STAG) (@icompanymusic)

Dopo un anno di collaborazioni importanti con artisti come Elisa, Arisa, Paolo Buonvino, una nomination ai Ciak D’Oro 2015 per Miglior Canzone Originale cantata insieme a Malika Ayane, premi e riconoscimenti per il loro ultimo progetto “Senza Mentire”, gli STAG firmano un accordo di management con la iCompany e tornano con il singolo dal titolo “Oh Issa!” che anticipa il loro nuovo disco in uscita il prossimo anno.

Oh Issa!” parla del mio percorso da solista a gruppo e di quanto questa scelta mi abbia arricchito musicalmente e umanamente. Il messaggio è molto semplice: l’unione fa la forza, perchè condividere non significa mai perdere qualcosa” – ha dichiarato il leader della band Marco Guazzone, finalista a Sanremo Giovani nel 2012 dove ha ricevuto il Premio Assomusica e il Premio Rai Gulp.

https://www.youtube.com/watch?v=7QXSYcFaxFk

Il videoclip della canzone è frutto della collaborazione con il regista Luciano Melchionna, ed è stato realizzato come punto d’incontro tra musica, cinema e teatro; nelle riprese è stata coinvolta infatti anche una parte del cast di “Dignità Autonome di Prostituzione”, la compagnia dello spettacolo teatrale diretto dallo stesso regista, il quale a proposito del video ha dichiarato:

stag

Ritengo questo brano un vero e proprio manifesto di solidarietà ed empatia. Ho messo la band dunque a galleggiare in un’acqua di ‘piombo’ per poi sbarcare, provati e ‘pericolosamente colorati’ – con un forte richiamo a “Cosa sono le nuvole “ di Pasolini e alla disarmante ingenuità di quelle marionette innamorate della ‘straziante, meravigliosa bellezza del creato’ – sulla spiaggia inaridita di un mondo abitato dalla diffidenza e dalla necessità di prendere le distanze dalla libertà di ‘sentire’. Tutti scappano via durante il loro ‘sbarco’ o fotografano curiosi gli ‘alieni’, tutti tranne i ‘diversi’, gli indigeni – altrettanto colorati, ognuno a modo proprio – acquattati dietro le macchie di arbusti, tra le dune di sabbia: gli artisti, che sono tra i pochissimi a poter comprendere la fatica e i sacrifici di chi butta all’aria la propria vita per fuggire dalla guerra fuori e dentro di sé. Una guerra fatta di bombe o di povertà o di abusi e sopraffazione, una guerra che solo l’Arte, la Cultura e la Musica possono vincere, unendoci e accogliendoci in un abbraccio rivitalizzante. Un isolotto, un’oasi di umanità e condivisione, da raggiungere costi quel che costi: Oh issa!

itunes_ohissa

La copertina del singolo è stata realizzata dal giovane pittore Emmanuele Stanziano con tecnica mista su carta fotografica con un’immagine scattata durante le riprese del video.

L’anno prossimo vedremo gli STAG coinvolti in una serie Tv prodotta da Rai Fiction, un film per il cinema prodotto da Rai Cinema e un film prodotto dalla Indigo Film.

Tutte le info sui STAG: www.stag.st

Print Friendly, PDF & Email

Link Utili

banner_468x60_T1
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: