Prato, le Case della Memoria compiono dieci anni: festa a Palazzo Datini

Schermata 2015-10-23 alle 09.09.01

Al Palazzo Datini di Prato i rappresentanti delle dimore da tutta Italia
L’appuntamento è per sabato 24 ottobre. In programma anche la visita guidata 
alla Casa Museo Francesco Datini e all’Archivio di Stato di Prato

Prato  – L’Associazione Nazionale Case della Memoria compie dieci anni. Era il 24 ottobre 2005 quando fu costituita, con un atto sottoscritto tra le mura del Palazzo Datini di Prato. E sarà proprio la casa museo del mercante pratese a fare da cornice alla festa organizzata dall’associazione per festeggiare il suo primo decennio di vita. All’iniziativa interverranno i rappresentanti delle case museo di personaggi famosi della cultura italiana provenienti da tutta Italia: sono cinquanta infatti, disseminate in 9 regioni italiane (Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Sicilia e Sardegna), le Case Museo che aderiscono all’Associazione.

L’appuntamento con la Festa per il “I decennale della costituzione dell’Associazione Nazionale Case della Memoria” è per sabato 24 ottobre (a partire dalle 16.30) al Palazzo Datini di Prato (via Ser Lapo Mazzei 41/43) con una festa che si aprirà con la visita guidata alla Casa Museo Francesco Datini e all’Archivio di Stato di Prato, a cura di Filippo Boretti, presidente della Fondazione Casa Pia de’ Ceppi Onlus, di Daniele Cianchi, direttore dell’Archivio di Stato di Prato e di Chiara Marcheschi dell’Archivio di Stato di Prato.
A seguire (ore 18) ecco i saluti delle istituzioni: moderati da Marco Capaccioli, vicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria, si passeranno la parola Matteo Biffoni sindaco di Prato; Primo Bosi sindaco di Vaiano; Daniele Cianchi direttore dell’Archivio di Stato; Diana Toccafondi soprintendente archivistica della Toscana; Elena Pianea responsabile del settore Musei ed Ecomusei della Regione Toscana; Claudio Rosati di Icom Italia e Adriano Rigoli presidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria.
Il programma della giornata proseguirà con il Concerto Polifonico della Società Corale “Corte de’ Bardi” (ore 19), diretto da Elisabetta Ciani e con Chiara Cirri al pianoforte, a cui seguirà il buffet per gli ospiti (ore 20).

In ricordo del decennale dell’Associazione Case della Memoria sarà scoperta una targa all’ingresso del Museo Casa Francesco Datini con il logo dell’associazione e la dicitura “Sede Nazionale”, mentre a tutte le case socie che interverranno verrà consegnata una targa con il logo dell’associazione da esporre come segno distintivo di appartenenza all’entrata della propria casa museo.

Il pubblico interessato a partecipare deve accreditarsi, fino a esaurimento posti, alla mail info@casedellamemoria.it.

Associazione Nazionale Case della Memoria

L’Associazione Nazionale Case della Memoria mette in rete le abitazioni in cui hanno vissuto alcuni dei più importanti personaggi della cultura italiana: Dante Alighieri, Giotto, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Francesco Datini, Leonardo da Vinci, Niccolò Machiavelli, Francesco Cavassa e Emanuele Tapparelli D’Azeglio, Agnolo Firenzuola, Pontormo, Benvenuto Cellini, Filippo Sassetti, Lorenzo Bartolini, Silvio Pellico, John Keats e Percy Bysshe Shelley, Francesco Guerrazzi, Giuseppe Verdi, Elizabeth Barrett e Robert Browning, Pellegrino Artusi, Corrado Arezzo de Spucches e Gaetan Combes de Lestrade, Giosuè Carducci, Sidney Sonnino, Giovanni Pascoli, Giacomo Puccini, Ferruccio Busoni, Maria Montessori, Enrico Caruso, Renato Serra, Giorgio de Chirico, Antonio Gramsci, Raffaele Bendandi, Piero Bargellini, Enzo Ferrari, Primo Conti, Leonetto Tintori, Indro Montanelli, Italo Zetti, Ivan Bruschi, Ilario Fioravanti, Goffredo Parise, Barbara Marini Clarelli e Francesco Santi, Loris Jacopo Bononi, Giorgio Morandi, Sigfrido Bartolini, Venturino Venturi, Luciano Pavarotti.

L’Associazione Nazionale Case della Memoria risulta essere oggi l’unica rete museale di case museo di personaggi illustri a livello nazionale e partecipa alla Conferenza Permanente delle Associazioni Museali Italiane di ICOM Italia. La rete è composta da 50 case museo in 9 regioni italiane (Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Sicilia e Sardegna) che hanno deciso di lavorare insieme a progetti comuni e per promuovere questa forma museale in maniera più incisiva anche in Italia. Info: www.casedellamemoria.it

Print Friendly, PDF & Email

Link Utili

banner_468x60_T1
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: