DAL 28 SETTEMBRE 2014 DOPPIO APPUNTAMENTO SETTIMANALE, OGNI DOMENICA E LUNEDÌ, E PRIME SERATE PER LA NUOVA EDIZIONE DI “GAZEBO”

gazebo-1

(@Raitre) (@zdizoro) #gazebo (@welikechopin) (@fandangoweb) (@roberto4ngelini)

Dal 28 settembre 2014, ogni domenica e lunedì, torna l’appuntamento con “Gazebo”, il programma televisivo girato, raccontato e vissuto da Diego Bianchi in arte Zoro, in diretta dal Teatro delle Vittorie in Roma, trasmesso in seconda serata su RaiTre.

gazebo-2

Ritroveremo il gruppo al completo: i giornalisti Andrea Salerno e Marco Damilano, il vignettista Marco D’Ambrosio in arte Makkox, il tassista Mirko-Missouri4, i musicisti Roberto Angelini e Giovanni Di Cosimo e tanti ospiti ad arricchire ogni puntata.

studio gazebo

Novità assoluta di questa stagione, dopo il successo delle passate edizioni, gli appuntamenti in prima serata che si aggiungono alle due puntate settimanali.

Diego Bianchi

Un programma scritto da Diego Bianchi, Marco D’Ambrosio, Andrea Salerno e Antonio Sofi e con la partecipazione di Marco Damilano. Regia di Igor Skofic.

gazebo-team

Diego Bianchi

Diego Bianchi, conosciuto in rete come Zoro, ha lavorato per il portale Excite – dove ha aperto nel 2003 il suo blog di opinionistica saltuaria.

A un certo punto prende a far video, e li mette online su YouTube: prima sul Grande Fratello, poi sulla politica – Partito Democratico e dintorni. Nasce la serie “Tolleranza Zoro”, i cui video, dal 2008 al 2011, sono andati in onda su RaiTre, all’interno del programma “Parla con me” e nel 2012 su La7, nel programma “The Show Must Go Off”.

Nel 2009 vince il Premio Forte dei Marmi per la Satira per la Tv.

A dicembre 2011 è andato in onda su La7 il suo film-documentario “Finale di Partita”. Il 2 gennaio 2013 in onda su RaiTre analogo film-documentario: “Anno Zoro – Finale di Partita 2012”.

Ha scritto per Il Riformista (“La Posta di Zoro”), ha curato un blog sul sito di La7 (“La7 di 7oro”) e attualmente firma per il Venerdì di Repubblica la rubrica “Il sogno di Zoro”.

A Giugno 2012 è uscito “Kansas City. La Roma di Luis Enrique. Cronache tifose di una revoluciòn complicata”, scritto con Simone Conte, tratto dalla pagina Facebook omonima e pubblicato dalla casa editrice ISBN.

Nel 2009 ha condotto “Orzo”, il programma a tu per tu con molti leader politici ospiti della spartana webcam. Nel 2010, 2011 e 2012 simili performance durante il Premio Ilaria Alpi di Riccione e il Festival del Giornalismo di Perugia.

Suona, pure. Con la Original Slammer Band da una vita e più di recente con L’Orchestraccia e Trinità.

Il 5 settembre 2014 è uscito nelle sale il suo primo lungometraggio “Arance e Martello” presentato alla Settimana Internazionale della Critica al Festival di Venezia.

Dal 3 marzo del 2013 conduce “Gazebo” in seconda serata su Raitre.

Andrea Salerno

Giornalista professionista e autore, è Direttore editoriale della Fandango.

Ha scritto e ideato numerosi programmi televisivi: “Per un pugno di libri”, “Saranno Maturi”, “La Mostra della laguna”, “L’Ottavo nano”, “Il Caso Scafroglia”, “Non c’è problema”, “Raiot”, “Parla con me”, “La Superstoria”, “The show Must go off”.

Per il cinema ha scritto assieme a Stefano Bises e Laura Paolucci il film “La vita facile” (soggetto e sceneggiatura). Come produttore delegato ha prodotto “Qualunquemente” e “Tutto tutto niente niente” entrambi di e con Antonio Albanese, collaborando anche alla sceneggiatura.

Nel 2014 ha curato in qualità di produttore delegato la serie Sky “Gomorra” e il film diretto da Diego Bianchi “Arance e Martello”.

Ha lavorato e collaborato con diverse riviste e testate giornalistiche (Reset, L’Espresso, Nuovi Argomenti) e con le emittenti RadioDue e RadioTre per le quali ha condotto programmi come: “Fahrenheit”, “Grammelot”, “Voci d’estate” e “Atlantis”.

Principali pubblicazioni

Giornali in trappola (Reset, 1995)
Violenza in TV. Il rapporto di Los Angeles (Reset, 1996)
Che leggere? Lo scaffale del buon democratico (interviste ad alcuni esponenti del pensiero democratico, con Severino Cesari e Alberto Pupazzi, Theoria, 1999)
L’ ultima partita. Vittoria e sconfitta di Agostino di Bartolomei (con Giovanni Bianconi, Limina, 2000; Fandango libri 2010).
Era polare. La pazza storia dell’Italia di Berlusconi (Rizzoli, 2006), con DVD
Personaggi. Una biografia comica di Antonio Albanese (Einaudi 2006), con DVD
La super storia presenta: Ottanta. Dizionario di un decennio incompreso (Rizzoli, 2006), con DVD
Radio Moro (Rizzoli, 2008), con DVD
La super storia presenta: Ottanta. Dizionario di un decennio incompreso (Rizzoli, 2006), con DVD
Superstorie del tempo presente (Fandango Libri, 2013)

Marco Dambrosio, in arte Makkox

È attivo nel web dal 2007. Produce fumetti, satira disegnata, testi.  Nel 2011 vince il Premio Satira di Forte dei Marmi come miglior disegnatore.  Collabora con il Post.it e con Internazionale.

Principali pubblicazioni

Ladolescenza (BAO Publishing, 2011)
Post Coitum – Satire di un tardo impero (BAO Publishing, 2011)
Se muori siamo pari (BAO Publishing, 2011)
The Full Monti (Rizzoli, 2012)

Antonio Sofi

Giornalista e autore televisivo. Autore delle prime tre stagioni di “Agorà” su RaiTre, per la quale ha curato la rubrica del “Moviolone”, rubrica fissa di analisi della tv politica del giorno prima e il livetweeting.

Consulente e formatore sui temi della comunicazione e dei nuovi media da oltre 10 anni, ha diretto la strategia digitale di varie campagne elettorali locali e nazionali, negli Usa e in Italia. Nel 2009 ha fondato “Webgol Network”, agenzia di consulenza specializzata in progetti editoriali sul web. Phd in Sociologia della Comunicazione e ha insegnato per quasi 10 anni Teoria e Tecniche del Giornalismo e Sociologia dei Nuovi Media a Scienze Politiche a Firenze e coordinato il primo master universitario italiano in Consulenza Politica e il Master Toscano in Giornalismo.

Ha scritto per vari quotidiani e riviste, e pubblicato articoli e saggi. Cura un blog “Webgol”, attivo dal 2003 e vincitore nel 2007 del premio “Miglior blog giornalistico” dell’Università di Urbino.

Roberto Angelini

Musicista, autore, compositore e produttore artistico, ha vinto il Premio KeepON come Miglior Musicista Live 2013.  A maggio 2013 entra a far parte della squadra di lavoro della prima edizione di “Gazebo”.

Come discografico indipendente e produttore artistico, con la sua etichetta Fiori Rari ha realizzato, tra gli altri, il disco d’esordio di Margherita Vicario, Luca Carocci e quello di Andrea Rivera.

In teatro ha realizzato le musiche per “Vento e Pioggia” con la regia di Patrizio La Bella e per “Prima di andare via” scritto da Filippo Gili con la regia di Francesco Frangipane.

Per il cinema ha realizzato la colonna sonora del film “Sleeplees” opera prima di Maddalena De Panfiliis prodotto da Blu Cinematografica con Violante Placido, Valentina Cervi, Pietro Sermonti, partecipando anche nelle vesti di attore per un piccolo cameo.  Con Diego “Zoro” Bianchi e Giovanni di Cosimo crea il gruppo di “improvvisazione satirica” Trinità”. Con Pier Cortese realizza il progetto “Discoverland”, un album realizzato per la Gas Vintage Records e la Fiori Rari.

Ad agosto 2013 è stato invitato a partecipare al progetto di “Deproducers” (Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Max Casacci) suonando per il live al Venice Sherwood Festival. Nell’estate del 2014 ha suonato nel tour “Emma limited edition” di Emma Marrone.

Giovanni Di Cosimo

Affascinato dal suono della tromba, ne inizia lo studio all’età di dieci anni.

Dopo aver conseguito il diploma al conservatorio di musica di S. Cecilia, la sua ricerca musicale lo porta ad approfondire il linguaggio jazz e la musica contemporanea legata all’improvvisazione.

Durante il suo percorso artistico incontra alcuni importanti musicisti, cantautori e attori: Paolo Damiani, Bruno Tommaso, Maria Pia De Vito, Gian Luigi Trovesi, Michele Jannaccone, Paolo Fresu, Danilo Rea, Martux, Roy Paci, Raf, Franco Califano, Roberto Angelini, Rocco Papaleo, Silvio Orlando, Elio Germano, Marco Conidi ed altri con i quali partecipa a festival e manifestazioni musicali quali Umbria Jazz, Atina Jazz, Barga Jazz, 22° Cantiere D’Arte Montepulciano, Primo Salone Della Musica Torino, Controindicazioni Roma, Europa Jazz Festival Di Noci, Montreux Jazz Festival, Locarno funk festival, Jazz Image, Santarcangelo dei teatri, Istituto Italiano di cultura di Barcellona, Accademia d’arte d’ Amburgo, PIM Italia 1, Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber, Festival delle letterature Roma, Womex Sivigia, Festival Musicas do Mundo Sines, Premio Ciampi, Concertone 1° Maggio Roma, Festival della creatività Firenze, Ankara jazz festival, Istanbul Medjazz, Denizli Medjazz, Mersin Medjazz.

Si avvicina al cinema “prestando” il suo suono alle immagini di diversi film “Piccole anime” di Giacomo Ciarrapico ,“A Domani” di Gianni Zanasi, “Piovono Mucche” di Luca Vendruscolo, “Eccomi Qua” di G. Ciarrapico, “Le Fate ignoranti” di F. Ozpetek.

Inoltre compone le colonne sonore di alcuni cortometraggi: “Un Uomo Indietro” premiato come miglior colonna sonora originale al Corto Fiction di Chianciano Terme di Laura Bispuri, “Passing Time” di Laura Bisturi vincitore del Donatello 2010 come miglior cortometraggio.

“Per le gambe di Lalla” di Giacomo Mondatori, “Lontano” di Laura Bisturi, , della docu-fiction “Via del Pigneto” di L. Bispuri, e del film “Fate e Transistors” di Giovanni Sole.

Dal 2001 è produttore e compositore dei progetti “Etruria Criminale Banda”, con la quale pubblica nel 2005 l’album “Etruria Criminale Banda” (Etnagigante, V2 music), e del “Giovanni Di Cosimo NU” con il quale pubblica nel 2011 l’album “Giovanni Di Cosimo NU5TET” (Videoradio-Raitrade).

Da marzo 2013 insieme al musicista Roberto Angelini partecipa ed è autore delle musiche di “Gazebo”.

Print Friendly, PDF & Email

Link Utili

banner_468x60_T1
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: